Erbe naturali per la salute di una donna durante la gravidanza: la melissa è buona o cattiva in questo periodo?

Melissa, è una menta di limone famosa non solo per il suo aroma bello e morbido, ma anche per le proprietà curative. A causa della sua somiglianza con la menta, la melissa viene spesso chiamata menta di limone.

Questa pianta può essere utile per le donne in gravidanza, in che modo influenzerà e dovrebbe essere utilizzata in questa posizione?

Nel nostro articolo parleremo delle indicazioni e delle controindicazioni per l'assunzione di melissa durante la gravidanza, nonché dell'effetto sul corpo della donna, a seconda del trimestre.

È possibile per la menta di limone incinta o no?

La gravidanza, ovviamente, influenza il benessere del portatore del feto. Questo può essere espresso in tossicosi, sbalzi d'umore, cambiamenti nei livelli ormonali e altri effetti non molto piacevoli.

La melissa può in qualche modo aiutare a far fronte a questo e può essere presa dalle ragazze in posizione? La risposta è positiva, solo previa consultazione con un medico, l'assenza di controindicazioni e il rispetto del dosaggio stabilito.

Effetto sul corpo a seconda del trimestre

  • Primo trimestre È possibile bere il tè con l'aggiunta di erbe o decotto della pianta all'inizio della gravidanza? Durante questo periodo, la futura madre nel bambino conosce nervosismo, tossicosi e insonnia, che si esprime in irritabilità, pianto, nausea, vomito, scarso appetito e così via. La melissa ha un effetto positivo sulle condizioni generali del corpo all'inizio della gravidanza e migliora lo stato psicologico.
  • Secondo trimestre. In questa fase, una donna e un bambino non ancora nato dovrebbero essere protetti dalle infezioni virali. E la pianta è uno strumento eccellente per rafforzare l'immunità.
  • Terzo trimestre. Questo periodo è irto di formazione di edema su braccia e gambe. Un decotto con melissa rimuoverà l'acqua in eccesso, eliminerà sensazioni di formicolio e bruciore alle dita e minimizzerà il volume del gonfiore. Inoltre, la pianta può essere utilizzata come lassativo lieve e come mezzo per normalizzare l'intestino, poiché nel terzo trimestre i problemi con il tratto gastrointestinale non sono rari.

Vantaggi e indicazioni per l'uso

Durante la gestazione, la pianta può migliorare significativamente il benessere e aiutare a far fronte a molti degli effetti associati alla gravidanza, ad esempio:

  • Allevia il gonfiore e stimola la funzione renale.
  • Migliorare il sonno.
  • Aumentare la pressione
  • Rafforzare il sistema immunitario e proteggere la donna incinta e il feto dai virus.
  • Sbarazzarsi di nausea e tossicosi.
  • Rafforzare la produzione di succo gastrico.
  • Allevia i crampi e le infiammazioni.
  • Dona una sferzata di energia, migliora l'umore e normalizza l'attività del sistema nervoso.
  • Rilassati con costipazione.
  • Stimolare la produzione di emoglobina.
  • Rafforza il cuore.

Composizione chimica

macronutrienti

  • Potassio - 31, 2 mg / g.
  • Calcio - 13, 8 mg / g.
  • Magnesio - 5, 4 mg / g.
  • Ferro - 0, 1 mg / g.

Traccia elementi

  • Manganese - 24, 8 mg / g.
  • Rame - 8, 88 mg / g.
  • Zinco - 46, 8 mg / g.
  • Molibdeno - 0, 24 mg / g.
  • Cromo - 0, 24 mg / g.
  • Alluminio - 105, 68 mg / g.
  • Barin - 45, 04 mg / g.
  • Tungsteno - 0, 16 mg / g.
  • Silicio - 0, 15 mg / g.
  • Nichel - 0, 88 mg / g.
  • Zolfo - 22, 2 mg / g.
  • Piombo - 1, 76 mg / g.
  • Boro - 59, 6 mg / g, concentra il selenio.

Controindicazioni e precauzioni

Melissa è praticamente incapace di fare danni irreparabili e ha poche controindicazioni, ma al fine di proteggere se stessa e il nascituro, si consiglia vivamente di consultare un medico che darà il via libera per l'uso della pianta e spiegherà come prenderlo correttamente e in quali casi.

La consultazione di un medico è necessaria anche se non ci sono controindicazioni evidenti per l'ammissione.

Melissa è vietata alle donne in gravidanza con:

  1. Intolleranza individuale e reazioni allergiche alla pianta.
  2. Bassa pressione sanguigna
  3. Ulcera gastrica e ulcera duodenale.
  4. Gastrite con alta acidità.
  5. Epilessia.
  6. Problemi con il sistema nervoso centrale.
  7. Insufficienza renale

Se dopo l'assunzione della pianta si osservano vomito, nausea, vertigini, costipazione, diarrea, debolezza, convulsioni, prurito o bruciore di stomaco, è necessario interrompere immediatamente l'uso della melissa. È importante considerare: l'abuso di erba può interrompere lo sfondo ormonale, portare a sanguinamento e, nel peggiore dei casi, provocare un aborto spontaneo.

Come bere o fare impacchi per trattare vari disturbi

Per l'insonnia

  1. Devi prendere il tè nero o verde e aggiungere foglie di melissa. E puoi preparare un tè alla melissa completamente composto da 2 cucchiai di pianta per bicchiere di acqua bollente.
  2. Dopo che è stato infuso per 10 minuti, la bevanda è pronta da bere.
  3. In modo che non sia troppo forte, è preferibile diluire il tè con acqua e raddoppiarne il volume.

Prendi ogni sera prima di coricarti.

Dal comune raffreddore

  1. Per combattere il comune raffreddore, viene fatto un decotto di 4 cucchiai di melissa secca e un cucchiaino di miele in 400 ml di acqua.
  2. Tutto questo viene versato con acqua bollente e preparato per 10 minuti.
  3. Per 200 ml una tazza di acqua viene riempita con 50 ml di decotto e diluita con acqua calda.

Durante la gravidanza, è meglio prendere un decotto 2 volte al giorno dopo i pasti. L'olio di melissa può anche essere usato per inalazione.

Dallo stress

  1. Per preparare un decotto antistress, devi versare 4 cucchiai di melissa essiccata con cinque litri di acqua bollente.
  2. Colomba infondere la bevanda 10 minuti viene aggiunto un cucchiaino di miele.
  3. Se utilizzato, un bicchiere d'acqua viene miscelato con 50 ml di brodo.

Assumere dopo i pasti o prima di coricarsi.

Dal gonfiore delle gambe

Per sbarazzarsi del gonfiore delle gambe, gli impacchi caldi dall'erba aiutano bene.

  1. 8 cucchiai e gambi di melissa devono essere riempiti con 400 ml di acqua bollente e lasciare fermentare per 30 minuti.
  2. Usa bende e garze per applicare impacchi prima di coricarti.

La durata della procedura è di 30-40 minuti.

Da tossicosi

Con la tossicosi, puoi prendere la pianta nella sua forma grezza aggiungendo foglie a insalate o altri piatti per gusto. Un'erba secca tritata è adatta come condimento. Aiuta anche il tè alla melissa con menta, cannella, frutta secca e miele. Prendi mezzo bicchiere prima di pranzo e cena per non più di tre mesi.

Per costipazione

La menta al limone può aiutare con problemi di stomaco, questo richiede:

  1. Prendi 2 cucchiai di foglie essiccate tritate e versa 2 tazze di acqua bollente.
  2. Dopo 4-5 ore di infusione, l'infusione viene filtrata.

Si consiglia di assumere prima di ogni pasto.

Posso mescolare limone e menta normale?

L'aggiunta di menta secca al tè alla melissa può sopprimere in modo significativo i sintomi della tossicosi, ma non dovresti abusare della menta, poiché può portare a effetti negativi, fino a un aborto spontaneo. La menta è particolarmente pericolosa alla fine della gravidanza.

In conclusione, vorrei notare che , in assenza di controindicazioni, la melissa sarà un eccellente supporto per una donna in posizione, la cosa principale è seguire la misura e agire in conformità con le raccomandazioni di un medico che ti dirà come prendere l'erba per ottenere risultati estremamente positivi. È meglio usare la melissa in corsi di tre mesi, quindi fare una pausa.

Articoli Correlati