Quanto è utile il cavolo Romanesco e come coltivarlo con successo?

La sua forma è paragonata a corallo, conchiglia, albero di Natale, il gusto si chiama delizioso e raffinato. E i nutrienti contenuti nel cavolo Romanesco lo rendono una delle colture da giardino più curative.

La coltivazione di cavoli di questo tipo è piena di difficoltà, soprattutto per i nuovi giardinieri, ma vale la pena il piacere estetico e culinario dei piatti che ne derivano.

Nell'articolo leggerai che tipo di pianta è, come coltivarla correttamente e come ottenere un buon raccolto.

Storia dell'evento

L'autentica storia dell'emergere del cavolo romanesco non è nota. Secondo una versione, fu ancora coltivato dagli antichi Etruschi nel I secolo a.C. E. Tuttavia, nel mercato ortofrutticolo, questo cavolo è apparso solo negli anni '90 del ventesimo secolo. Si ritiene che sia il risultato dell'incrocio di broccoli e cavolfiori da parte di allevatori italiani, anche se non ci sono prove precise per questo.

descrizione

Il Romanesco (Brassika oleracea var botrytis), noto anche come broccoli romanici, cavoli romani e coralli, nella classificazione botanica è assegnato al genere principale Cavolfiore (Botrytis) della famiglia dei Cruciferi.

Questa è una coltura annuale da giardino con un fiore a forma di cupola verde limone o piramidale composto da infiorescenze a piramide densamente deposte. Il frutto è grande - da 350 ga 2, 0 kg. La testa è incorniciata da grandi, lunghe foglie verde scuro o blu-verde, leggermente macchiate raccolte in una rosetta rialzata. Il gambo è potente, alto - fino a 1 metro.

Con una corretta coltivazione, la resa media è di 1, 6–4, 2 kg / m². Le qualità gustative sono classificate come buone e alte.

Riferimento: il cavolo romanesco viene coltivato per uso fresco e congelamento. Apprezzato per la planarità delle teste e la presentazione.

Quattro sottospecie di cavolfiore Romanesco consigliate per la coltivazione in tutte le regioni della Russia sono elencate nel registro statale dei risultati dell'allevamento:

  • Pointovoverde - medio precoce, a frutto grosso (fino a 1, 5 kg).
  • La tazza di smeraldo è medio precoce, con piccoli frutti (0, 35-0, 5 kg).
  • Veronica F1 è a metà stagione, con frutti di 1, 5-2, 0 kg.
  • La perla è medio-tardiva, con una testa di medie dimensioni fino a 0, 8 kg.

Anche tra i giardinieri, le varietà non incluse nel registro sono popolari: Anfora F1, Gregorio, Romanesco Natalino, Tartaruga agile.

foto

Vedrai una foto di cavolo Romanesco (Romano):

Differenza dalle altre specie

La principale caratteristica distintiva del cavolo romanesco è la complessa struttura della testa della frutta. Piccoli fiori a spirale arricciati sono disposti a spirale in una densa piramide di infiorescenza. Le piramidi, a loro volta, si curvano a spirale formando una grande testa. I matematici chiamano questa forma una spirale frattale.

Romanesco ha un sapore diverso sia dal cavolfiore che dai broccoli. Le sue giovani infiorescenze hanno un pronunciato gusto dolce e delicato di noci e panna. Ma soprattutto, Romanesco è molto più ricco di altri tipi di cavolo in termini di contenuto di utili elementi chimici.

Riferimento: preparare Romanesco come i soliti tipi di cavolo. Può essere bollito, fritto, cotto, cotto a vapore, aggiunto crudo alle insalate. Se preferisci il cavolo bianco, leggi varietà come Gift, Glory, Gingerbread Man, Valentina, Zimovka, Moscow Late, Amager e Sugarloaf.

Vantaggi e svantaggi

Il vantaggio principale di Romanesco è la sua composizione unica, che comprende:

  • acqua;
  • fibra;
  • vitamine A, C, gruppo B, E, K;
  • carotene;
  • oligoelementi (calcio, potassio, zinco, magnesio, manganese, ferro, fosforo, fluoro, sodio, rame selenio);
  • acido folico;
  • acidi grassi polinsaturi;
  • aminoacidi;
  • flavonoidi;
  • sulforofan, glucosinolati e isotiocianati;
  • antiossidanti.

Romanesco ha pronunciato proprietà curative. Ha effetti antinfiammatori, antivirali, antibatterici e antimicrobici. Rimuove le sostanze tossiche e le sostanze cancerogene dal corpo. Effetto benefico sul sistema nervoso centrale. Allo stesso tempo, la pianta appartiene a prodotti dietetici facilmente digeribili, ipocalorici. Il contenuto calorico di 100 g è di soli 30 kcal, il che rende il cavolo Romanesco attraente per le persone che cercano di perdere peso.

I giardinieri attribuiscono ai meriti l'elevata decoratività della pianta. Spesso è piantato in aiuole, combinandosi con colture a fioritura inferiore e fogliame decorativo.

Romanesco ha un solo inconveniente: la cultura è estremamente sensibile ai cambiamenti di temperatura e umidità. In molte regioni della Russia con un clima continentale imprevedibile, coltivare questo tipo di cavolo è piuttosto problematico.

Cura e crescita

La tecnica agricola di coltivazione del cavolo romanesco è simile alla coltivazione del cavolfiore e dei cavoletti di Bruxelles. Durante la semina, vengono utilizzati due metodi: piantine e sementi in piena terra.

Attenzione: la via spericolata è possibile solo nelle regioni meridionali della Russia.
  • Acquisizione di semi

    I semi vengono venduti come varietà di cavolfiore (cavolfiore Veronica, Perla, ecc.). Il costo di un sacco di semi (25 g) a Mosca e San Pietroburgo è compreso tra 10 e 15 rubli.

  • Tempo di atterraggio

    I semi in piena terra vengono seminati dopo che è passata la minaccia del ritorno del gelo:

    1. varietà precoci mature - da metà marzo a metà aprile;
    2. metà stagione - ad aprile;
    3. più tardi - da metà maggio.

    Le piantine sono piantate :

    1. primi voti - da fine aprile a metà maggio;
    2. metà stagione - da metà maggio a metà giugno;
    3. più tardi - da metà giugno a metà luglio.
  • Scegliere un posto di atterraggio

    Romanesco non dovrebbe essere piantato dopo rape, ravanelli, ravanelli, rutabaga, lattuga. Dopo qualsiasi tipo di cavolo, al fine di evitare la sconfitta da malattie, il cavolo romano viene piantato non prima di 3-4 anni. La patata è considerata il miglior predecessore; il raccolto si sente bene in aree in cui precedentemente crescevano carote, cipolle, pomodori, cetrioli, legumi, cereali e barbabietole. Il posto dovrebbe essere soleggiato e sempre umido.
  • terreno

    Il terreno inizia a prepararsi in autunno. Quando scavano, portano letame (2 secchi per 1 m²), che avrà il tempo di sorpassare durante l'inverno, e fertilizzanti minerali complessi contenenti molibdeno, boro e rame.

    Per Romanesco, sono preferiti i terreni sciolti alcalini - chernozem o loamy-chernozem -. La terra con un alto tasso di acidità viene calcificata o viene aggiunta la cenere di legno o la cenere di dolomite (200-400 g / m²). Se non riuscivi a preparare i letti nel periodo autunnale, puoi farlo all'inizio della primavera, non appena il terreno si scioglie.

  • atterraggio

    I semi di Romanesco sono molto piccoli, quindi il terreno è pre-livellato, inumidito. Se possibile, cospargere uniformemente i semi, cospargere in cima 1-2 cm con uno strato di terra. Le piantine sono piantate in pozzi pre-preparati. Le varietà precoci vengono piantate all'età di 60 giorni, a metà stagione - 40, in ritardo - 35 giorni. Con qualsiasi metodo di semina, mantengono una distanza tra le piante di 60 cm, tra le file - 50 cm.

  • temperatura

    La temperatura è il requisito principale quando si coltiva il Romanesco. Senza "indovinare" con il tempo della semina, puoi rimanere senza un raccolto. La formazione di gemme e fioritura avviene solo a una temperatura di + 15-20 ºC.

    Quando si coltivano varietà tardive, i semi di semina e le piantine di trapianto vengono calcolati in modo che si verifichi la formazione della testa durante il periodo con temperature notturne fresche, per la maggior parte delle regioni questa è la fine di agosto-settembre.

  • irrigazione

    Il cavolo richiede regolarmente annaffiature abbondanti, ma senza ristagno di acqua sulla superficie del suolo. A una temperatura di + 15-20 ºC è sufficiente annaffiare i letti una volta ogni 2-3 giorni, quando fa caldo - tutti i giorni.

  • Top spogliatoio

    La medicazione superiore viene applicata 3 volte durante la stagione di crescita:

    1. 7-10 giorni dopo l'emergere di piantine o dopo aver trapiantato piantine in piena terra, alimentano la crescita giovane con letame marcito.
    2. Dopo 14 giorni, un bicchiere di cenere di legno viene versato sotto ogni pianta e viene aggiunto nitrofosfato al ritmo di 300 g / m².
    3. All'inizio della formazione della testa, le giovani piante vengono alimentate con fertilizzante complesso, per la preparazione di cui 30 g di nitrato di ammonio, 80 g di superfosfato, 20 g di fertilizzante di potassio vengono sciolti in un secchio d'acqua.
    ! importante Le navate laterali vengono allentate dopo ogni irrigazione, nelle piogge fino a una profondità di 10-12 cm, nella siccità di 4-6 cm, dopo di che il terreno viene pacciamato.
  • raccolta

    La raccolta inizia da fine agosto a metà ottobre, a seconda della varietà e delle condizioni meteorologiche. La raccolta viene effettuata al mattino, con tempo asciutto, prima che le infiorescenze si riscaldino al sole. Non è possibile sovraesporre le teste di cavolo maturate sulla vite, perderanno la loro succosità, il gusto e le qualità sane.

  • immagazzinamento

    Delicate infiorescenze di Romanesco possono essere conservate in frigorifero per non più di 15 giorni. Per una conservazione a lungo termine, le teste smontate in piccole piramidi vengono congelate. Con questo metodo, tutte le sostanze benefiche e le vitamine vengono immagazzinate.

Malattie e parassiti

Tra i parassiti fastidiosi di Romanesco:

  • afidi;
  • pulce crocifera;
  • farfalla di bruco cavolo;
  • un orso;
  • cacciatore segreto di cavoli;
  • mosca di cavolo.

Gli insetticidi sono usati per controllare gli insetti.

Il cavolo romano è sensibile a tutte le malattie caratteristiche del cavolfiore :

  • gamba nera;
  • mosaico;
  • Alternaria;
  • ernia;
  • batteriosi mucosa.

Prevenzione di vari problemi

Per la prevenzione, puoi prendere le seguenti misure:

  • da malattie fungine e virali, il terreno prima della semina viene versato con acqua bollente o una soluzione rosa scuro di manganese;
  • in modo che le delicate infiorescenze non vengano bruciate dal sole, le teste sono ombreggiate legando su di esse le foglie superiori;
  • Buoni risultati si ottengono piantando accanto ai letti di cavolo di piante repellenti (aglio, calendule, calendule, aneto).

Cavolo Romanesco: una sorta di sfida per gli appassionati. Solo un giardiniere esperto può coltivarlo sulla spalla. Qualsiasi inosservanza della tecnologia agricola, maltempo, attacco di parassiti porta alla perdita di raccolto.

Articoli Correlati