Siamo preoccupati per la salute del bambino: cavolo durante l'allattamento

È possibile mangiare cavoli durante l'allattamento? Molte madri fanno questa domanda, ma non esiste una risposta definitiva ad essa.

Tutto dipende dal tipo di verdura scelta, dal metodo di preparazione e dal particolare corpo umano: tolleranza individuale, metabolismo, ecc.

Inequivocabilmente, possiamo solo dire che la scelta del cavolo deve essere affrontata attentamente, tenendo conto di tutti i tipi di rischi e conseguenze per la salute della madre e del bambino.

È possibile mangiare diversi tipi di verdure di cavolo durante l'allattamento?

Vale la pena notare che ci sono molti tipi di cavolo. Alcuni sono diffusi, altri non cadono spesso sul tavolo del consumatore medio. I tipi più comuni di cavolo:

  • Cavolo.
  • Di Rosso.
  • Colore.
  • Broccoli.
  • Cavolo rapa.
  • Bruxelles.
  • Pechino.
  • Cinese ecc.

Consideriamo più in dettaglio l'uso di quali varietà di cavolo sono utili e quali non sono raccomandate durante l'allattamento.

È buono da mangiare per una madre che allatta

colore

Durante l'allattamento, è considerato molto utile sia per la madre che per il bambino. Contiene più vitamina C di qualsiasi agrume. In quantità moderate, il cavolfiore raramente provoca una reazione allergica o un disturbo del tratto gastrointestinale, motivo per cui i medici raccomandano il suo uso durante l'allattamento.

Proprietà utili della verdura per mamma e bambino:

  1. Normalizza il metabolismo.
  2. Migliora la formazione del sangue.
  3. Pulisce i vasi sanguigni.
  4. Rafforza il sistema immunitario.
  5. Effetto benefico sul sistema nervoso, ecc.
Il cavolfiore può essere introdotto nella dieta entro 2-3 settimane dopo il parto.

broccoli

Come il cavolfiore, è una delle varietà più sicure durante l'allattamento. Questo è un prodotto ipoallergenico che viene facilmente assorbito nel corpo di un neonato e contiene elementi utili come acido folico, vitamine A e B, un'enorme quantità di acido ascorbico (puoi approfondire la composizione chimica di vari tipi di cavolo qui).

Proprietà utili di broccoli:

  1. Migliora la qualità della composizione del sangue.
  2. Aiuta ad eliminare le tossine e le tossine.
  3. Migliora l'umore, calma.
  4. Rafforza le pareti dei vasi sanguigni.
  5. È la prevenzione del cancro, ecc.

Si consiglia di mangiare broccoli non prima di un mese dopo il parto.

Pechino

Contiene vitamine dei gruppi A, B, C, PP, sali minerali. È raccomandato dagli specialisti alle madri che allattano per le sue qualità utili. Il cavolo di Pechino contribuisce al rafforzamento generale del corpo durante l'allattamento, che ha un effetto benefico sul bambino.

Inoltre, grazie al suo basso contenuto calorico, agisce come un eccellente alleato per la perdita di peso dopo il parto. Deve essere introdotto nella dieta gradualmente, in una forma trattata termicamente.

Sconsigliato

cavolo

È considerato un prodotto troppo pesante per il corpo di un bambino debole, specialmente nei primi 3 mesi dopo la nascita. Gli esperti non sono d'accordo, ma ci sono versioni che il cavolo bianco causa problemi al tratto gastrointestinale nel bambino, coliche nella pancia, formazione eccessiva di gas, ecc.

Il cavolo stesso è molto utile, ma durante l'allattamento è necessario mangiarlo con molta attenzione, ed è meglio rimandare l'introduzione della dieta per 4-6 mesi dopo il parto.

marino

Non si può dire che sia vietato alle madri che allattano, ma vale la pena notare che questo tipo di cavolo provoca spesso un'allergia nel bambino, in relazione al quale viene consumato non prima di dopo 3 mesi di lattazione.

In quantità moderate, puoi mangiare qualsiasi tipo di cavolo, ma è importante monitorare la reazione del corpo del bambino a un determinato prodotto.

Quale è meglio - verdura fresca o cucina elaborata?

Il cavolo contiene una grande quantità di fibra, che è scarsamente assorbita dall'organismo. In alcuni casi, abbastanza spesso, il cavolo fresco ha causato una maggiore flatulenza e disagio intestinale sia nella madre che nel bambino. Alle madri che allattano non è raccomandato l'uso di foglie di verdure crude per il cibo, è meglio riscaldarle.

È consuetudine introdurre gradualmente il cavolo nella dieta, iniziando con l'aggiunta di foglie alla zuppa e al brodo. Se la risposta del bambino è positiva, puoi passare al cavolo stufato. I broccoli e il cavolfiore in umido, che hanno un effetto benefico sul corpo, hanno guadagnato una grande popolarità.

Ma il costo dalla testa bianca è molto attento, in piccole porzioni. Dopo il trattamento termico, la verdura è più facile da digerire, pur mantenendo proprietà utili.

Per quanto riguarda i crauti, vale la pena chiarire che non è raccomandato l'uso durante l'allattamento. Ciò è dovuto alla maggiore acidità del prodotto, che può avere un effetto negativo sul corpo del bambino.

Sale e spezie, con cui i crauti sono generosamente conditi, possono aumentare le coliche, portare a mal di stomaco e persino ad avvelenare. Inoltre, il sale provoca disidratazione e, con una carenza di liquidi, la produzione di latte materno diminuisce.

Se si decide ancora di usare i crauti negli alimenti, questo dovrebbe essere fatto non prima di 6-8 mesi dopo il parto e solo in assenza di problemi digestivi nel bambino.

Cosa è pericoloso?

Come accennato in precedenza, il cavolo è difficile da digerire nel corpo nella sua forma grezza, quindi c'è qualche pericolo quando si mangia troppo una verdura. Molte madri sono convinte che se il processo di fermentazione inizia nel loro corpo, lo stesso destino attende il bambino. Gli esperti hanno dissipato questo mito, dimostrando che a dosi moderate il cavolo non è dannoso, ma utile.

Il principale pericolo che può sorgere quando si mangia questo ortaggio è la reazione del corpo a causa dell'intolleranza personale. Potrebbe trattarsi di allergia, gonfiore o aumento della formazione di gas.

Come può influire negativamente?

Su madre

Un consumo eccessivo di verdure può portare a:

  • Gonfiore e aumento della flatulenza. Il cibo accuratamente masticato viene assorbito meglio dall'organismo.
  • Il deterioramento della qualità del latte dovuto all'uso di crauti in grandi quantità.

Per bambino

Se prendiamo come base la maggiore sensibilità del bambino alle proprietà del cavolo, allora si possono distinguere le seguenti conseguenze negative:

  • Colica intestinale Gli scienziati ritengono che il cavolo non causi questa malattia, ma può rafforzarla. La colica è una reazione del corpo del bambino ai batteri che entrano nel sistema digestivo dall'ambiente esterno. In altre parole, il bambino si sta gradualmente abituando alle nuove batterie e questo non sempre va liscio.
  • Una reazione allergica
  • Flatulenza aumentata

Un enorme pericolo sia per la madre che per il bambino è il cavolo coltivato usando la chimica. I nitrati e le impurità chimiche possono influenzare negativamente gli organismi, compreso l'avvelenamento.

Sul nostro sito puoi trovare utili ricette che utilizzano vari tipi di cavolo e imparerai anche come le foglie di verdure vengono utilizzate nella medicina popolare, come è utile il cavolo con miele, se può essere mangiato durante la gravidanza e quando puoi iniziare a darlo al tuo bambino, quali sono i benefici per il corpo possiede una verdura e può allargare il seno dal suo uso.

Quando viene rimosso il divieto di utilizzare determinati tipi durante l'HBV?

In generale, gli esperti raccomandano di introdurre il cavolo nella dieta non prima di 3 settimane dopo il parto. Ciò è dovuto al fatto che il bambino ha bisogno di tempo per normalizzare il lavoro del tratto gastrointestinale.

  1. Il cavolfiore e i broccoli sono considerati varietà facilmente digeribili e sono ammessi dal primo mese di vita di un bambino.
  2. Il cavolo marino, ricco di iodio e di Pechino, è indicato per il consumo a partire dall'età di 3 mesi.
  3. È meglio rimandare il cavolo bianco per almeno sei mesi in modo da non appesantire il fragile corpo della madre con elementi di fibra grezza.

Pertanto, si può notare che osservando le regole per l'introduzione graduale di un ortaggio nella dieta, è possibile ridurre i rischi di manifestare conseguenze negative. È anche importante scegliere la giusta varietà e il metodo di preparazione del prodotto e osservare il dosaggio del consumo.

Articoli Correlati