Usare con cautela: aglio per gastrite

Molte persone conoscono i benefici dell'aglio nella lotta contro il raffreddore e per aumentare l'immunità, ma le persone raramente pensano ai suoi pericoli. Ad alte concentrazioni, l'idrogeno solforato, la cui produzione naturale è promossa dall'aglio, diventa tossico e può causare gravi danni alla salute. Spesso nei pazienti sorge la domanda: l'aglio è permesso nella gastrite?

Dopotutto, il trattamento del processo infiammatorio della mucosa gastrica richiede una dieta speciale, che esclude gli alimenti che possono danneggiare le pareti gastriche interessate. Ma questa particolare verdura è ampiamente usata come profilassi del raffreddore, quindi la sua presenza sul menu umano è molto importante.

L'effetto delle verdure sul tratto digestivo umano

Quando si utilizza l'aglio nella sua forma grezza, problemi come :

  • Bruciore alla bocca o allo stomaco.
  • Bruciore di stomaco.
  • Gas e gonfiore.
  • Nausea e vomito
  • Cattivo odore del corpo.
L'aglio può letteralmente bruciare attraverso la mucosa e le pareti intestinali e il suo consumo eccessivo può portare a perforazione o foro passante. Vale la pena evitare l'uso di questa pianta negli alimenti in presenza di malattie del tratto gastrointestinale.

Leggi di più sull'età in cui è consentito l'uso dell'aglio e con quali malattie il suo uso può danneggiare la salute, leggi in questo articolo.

Posso mangiare con malattie dello stomaco o no?

L'aglio è in grado di aumentare il livello di acido cloridrico nel succo gastrico, quindi per non danneggiare il corpo, è necessario tenere conto della forma della malattia.

In remissione

Con remissione persistente, è consentito l'uso di una piccola quantità di prodotto, a condizione che non vi siano manifestazioni della malattia. Ma in forma cruda, l'aglio non è raccomandato da mangiare, è meglio aggiungere i suoi chiodi di garofano a piatti di carne o verdure, perché è possibile esacerbare il disturbo e la manifestazione dei suoi sintomi. In piccole quantità, aiuta a normalizzare l'equilibrio minerale nel corpo.

In forma cronica

La gastrite cronica è accompagnata da infiammazione della mucosa gastrica . In assenza di sintomi acuti della malattia, è consentito l'uso di una piccola quantità di aglio, ma non nella sua forma pura.

È meglio aggiungerlo come condimento ai tuoi piatti preferiti.

I pazienti con gastrite cronica devono diffidare delle conseguenze del consumo eccessivo di questo vegetale, come ad esempio :

  • vomito;
  • nausea;
  • dolore addominale

La capacità di mangiare aglio dipende dal livello di acidità del succo gastrico.

In acuto

Una dieta rigorosa o persino un digiuno terapeutico è indicato nella forma acuta della malattia . All'inizio, è necessario che lo stomaco infiammato si calmi, questo è facilitato dal consumo di piatti al vapore, cereali (preferibilmente farina d'avena) e cibi senza spezie piccanti.

I chiodi di garofano di aglio sono difficili da digerire nel corpo umano.

Una grande quantità di acqua potabile aiuterà ad alleviare lo stomaco e lenire la mucosa. L'aglio è severamente vietato nella gastrite acuta e nell'esacerbazione della sua forma cronica. Insieme all'aglio, si sconsiglia di mangiare cibi fritti, affumicati, piccanti e piccanti.

Anche dopo che i dolori acuti si attenuano, è necessario aderire a una dieta parsimoniosa per almeno un mese, introducendo gradualmente prodotti irritanti nella dieta .

Come mangiare con alta e bassa acidità?

Il contenuto di acido cloridrico nel succo digestivo consente di mangiare il prodotto. Gli esperti non raccomandano di correre rischi e mangiare aglio con un livello aumentato di acido, perché i suoi segmenti possono causare una sensazione di bruciore nell'esofago (bruciore di stomaco).

A sua volta, il bruciore di stomaco porta a irritazione e danni alla mucosa dell'esofago e dello stomaco. In casi estremi, la conseguenza può essere un'ulcera allo stomaco e un'ulcera duodenale. Oltre all'aglio, le verdure contenenti fibre grossolane come rape o ravanelli non sono raccomandate per il cibo.

L'aumento dell'acidità dipende da fattori come :

  • dieta impropria;
  • sovrabbondanza di cibi fritti e piccanti;
  • attività dei batteri Helicobacter pylori.

Con un livello ridotto di acido cloridrico, occasionalmente è consentita una piccola quantità di aglio nella dieta, ma se si manifestano sintomi della malattia (ad esempio gonfiore), il suo uso deve essere interrotto.

Non aumentare in modo indipendente la quantità di cibo consumato . Ciò può portare a un peggioramento della condizione ed esacerbazione dei sintomi della malattia.

Importa come viene cucinato?

Nella sua forma grezza, l'aglio contiene molte vitamine e proprietà utili e, nonostante il suo effetto aggressivo sullo stomaco, può avere un effetto curativo. Tuttavia, con la gastrite, è meglio non usarlo nella sua forma pura. Se le sue fette vengono aggiunte a vari piatti e cotte (cotte o al forno), perde la maggior parte delle sue proprietà, comprese quelle distruttive.

L'aglio al forno ha un effetto benefico sul fegato, aiutando a rimuovere le tossine e le tossine (se l'aglio può essere mangiato con malattie del fegato, leggi qui). Bollito, migliora la digestione, aiuta a ridurre il colesterolo e combattere i parassiti.

Possibili effetti negativi

  1. Con l'eccesso di peso, l'uso dell'aglio non è consigliabile, perché migliora l'appetito.
  2. Con malattie dello stomaco, irrita e danneggia la mucosa.
  3. Per la digestione, un consumo eccessivo del prodotto minaccia di interrompere i processi chimici.
Vuoi sapere a che età si può dare l'aglio ai bambini? E leggi anche i nostri materiali su come utilizzare correttamente questa verdura con:

  • la gravidanza;
  • l'allattamento al seno;
  • colecistite e pancreatite;
  • gotta;
  • diabete di tipo 1 e di tipo 2;
  • problemi di pressione.

Quanto è permesso usare?

In assenza di sintomi di gastrite acuta, l'assunzione ammissibile di aglio per il cibo è di 1-2 chiodi di garofano al giorno.

Si consiglia di mangiare l'aglio in forma cotta e in nessun caso superare i valori ammessi.

Quindi, abbiamo scoperto se l'aglio può essere mangiato con gastrite. Si è scoperto che il danno può essere molto più che buono. Certo, a volte vuoi diversificare il cibo dietetico scarso, ma non devi rischiare la tua salute. È meglio abbandonare la verdura cruda a favore del condimento per il piatto principale, questo ridurrà il rischio di esacerbazione dei sintomi e peggioramento del benessere.

Articoli Correlati